19 maggio: l'agricoltura biodinamica

L’orto, il frutteto, il giardino seguendo i ritmi della natura.

Patrizio Michelis, Tecnico Agrario esperto in agricoltura biodinamica (Carrù) introdurrà alla scoperta dell'agricoltura biodinamica, un metodo di coltivazione basato sulla visione spirituale antroposofica di Rudolf Steiner che comprende sistemi sostenibili per la produzione agricola che rispettino l'ecosistema terrestre.

E' nata a seguito di una serie di conferenze tenute da Rudolf Steiner, nel giugno del 1924 presso la tenuta del Conte Kayselyng a Breslavia. Steiner Intravide quello che sarebbe successo di lì a pocho anni e volle donare agli agricoltori delle nuove armi con cui affrontare gli effetti dell'agricoltura industriale. L'obiettivo della biodinamica è la ricreazione dell'azienda a ciclo chiuso, poiché solo un aorganismo autosufficiente è sano. Esso mira a recuperare la fertilità della terr dove si deve intendere la struttura umica e colloidale, quindi l'humus.

Qual è la differenza tra agricoltura biologica e agricoltura biodinamica?

L'agricoltura biodinamica è l'evoluzione dell'agricoltura biologica che l'uomo ha praticato dal 4000 a.C. sino a dopo la seconda guerra mondiale. Per recuperare in tempi rapidi la fertilità del terreno, l'agricoltura biodinamica usa le "nuove metodologie" donate da Steiner agli agricoltori e cioè i preparati biodinamici. Questi si distinguono in preparati da spruzzo 500 o corno letame e 501 o corno silice e preparati da cumulo 502 achillea, 503 camomilla, 504 ortica, 505 quercia, 506 tarassaco, 507 valeriana. Ovviamente all'uso dei preparati biodinamici si deve abbinare una corretta pratica agronomica.

 

La serata è aperta al pubblico ad INGRESSO LIBERO e inizia alle ore 21.00 presso la Società Operaia di San Michele Mondovì (Cn) in via Angelo Nielli, n. 100

 

Infotel.: 0174 222392 

email: ilbardo.associazione@gmail.com

Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it